Faq prodotti

Cerca le informazioni che ti servono nella dettagliata sezione FAQ



Endpoint Security

Domande generali

Quale applicazione rappresenta la migliore per la sicurezza degli endpoint in organizzazioni di piccole e medie dimensioni?


Seqrite Endpoint Security è la migliore sicurezza degli endpoint per le PMI, offrendo una protezione antivirus completa contro malware, trojan e worm, una sicurezza della rete contro backdoor, hacker e spyware e infine una barriera contro phishing, riskware e pornware.
È un applicazione basata sulla gestione della sicurezza web che permette di:

  • Gestire la rete di client nelle PMI
  • Riunire i client in domini per la gestione della sicurezza di rete centralizzata
  • Fornire informazioni aggiornate di ogni client e i log relativi a incidenti di virus, alle policy di sicurezza aziendale, e di gestire gli aggiornamenti di sicurezza web in modo centralizzato.
  • Distribuire automaticamente le policie di sicurezza antivirus, gli aggiornamenti delle firme e quelli dei software su ogni client e server

La struttura di rete della nostra organizzazione è basata sull'architettura "agent server/agent client". Seqrite Endpoint Security è pronto per questo?


Sì. Seqrite Endpoint Security funziona su un'architettura client / server che garantisce una totale sicurezza per la rete.

  1. Agent Server è l'agente che gira sul computer server su cui è installato Seqrite Endpoint Security.
  2. Agent Client è l'agente che viene installato su ognuna delle workstation presenti in rete.
    • Porta predefinita per il Server Agent: 5047 (l'amministratore può modificare questa porta)
    • Porta predefinita per l'Agent Client: 62118 (Se questa porta è utilizzata da altre applicazioni, Agent Client si configura in un'altra porta (esempio 62118, 62119, ecc.).

Come funziona il Server Agent?


Il Server Agent è un servizio che viene eseguito sul sistema Seqrite EPS Server, permettendo di inviare svariate richieste (impostazioni, scansioni, aggiornamenti) a tutti i singoli client collegati. Fornisce inoltre informazioni aggiornate sui client e mantiene aggiornati i registri relativi a incidenti di virus, policy di sicurezza aziendale e i aggiornamenti per la protezione degli endpoint.

Come funziona il Client Agent?


Il Client Agent comunica con il Server Agent ed esegue vari compiti quali la scansione e gli aggiornamenti. Inoltre, invia i report sui virus al server di amministrazione quando viene identificata una qualsiasi infezione e le informazioni sullo stato del sistema.

Ricevere separatamente gli aggiornamenti su ogni client diventa impegnativo a livello di risorse. Seqrite Endpoint Security ha qualche soluzione per questo problema?


Sì. Seqrite fornisce uno strumento chiamato Update Manager integrato con Seqrite Endpoint Security che viene distribuito per aiutare a scaricare gli ultimi aggiornamenti dal server di Seqrite. Questo strumento controlla costantemente se sono disponibili nuovi aggiornamenti da Seqrite e, se disponibile li scarica automaticamente. Condivide gli ultimi aggiornamenti scaricati a tutti i client della rete. Quindi non c'è bisogno di scaricare separatamente gli aggiornamenti su ogni client.

La nostra organizzazione ha bisogno che siano disponibili varie modalità di installazione dei client poiché le workstation presenti nella rete sono fisicamente dislocate in luoghi diversi. Come può aiutare Seqrite Endpoint Security in questo?


Comprendendo le esigenze di gestione della sicurezza IT di oggi, Seqrite Endpoint Security è stato progettato per essere distribuito in vari modi, ad esempio:

  • Sincronizzazione con Active Directory
  • Installazione remota
  • Notifica Installazione
  • Client Packager
  • Login script setup
  • Disk imaging

Perché Seqrite Endpoint Security non risulta installato anche se l'Agent Client è stato installato con successo?


Le cause possibili sono molteplici:

  • L'Agent Client non è in grado di scaricare la versione poiché l'Endpoint Security site non è accessibile dal sistema remoto. Questo problema in genere si può verificare nel caso di presenza di una rete basata sul dominio e la configurazione DNS non è corretta.
  • URL o porta bloccati da un Firewall.
  • Spazio libero su disco insufficiente sul sistema remoto.
  • Il servizio Server Agent non è stato avviato sul server Endpoint Security.
  • La connessione a Internet è stata configurata tramite server proxy.
  • E' stata configurata una maschera di sottorete non corretta.
È possibile risolvere questo problema in uno dei seguenti modi:
  • Controllare se il sistema su cui è installato il server Endpoint Security sta facendo il ping dal sistema remoto.

  • Dare il comando ping nel modo seguente:
    Se l'Endpoint Security Site è stato configurato su l'indirizzo IP
    ping <indirizzo IP del Server Admin>
    Esempio: ping 192.168.100.34

  • Se l'Endpoint Security Site è stato configurato sul nome a dominio
    ping <nome del dominio del Server Admin>
    Esempio: ping seqrite.admin.com

  • In caso di rete basata su dominio, se l'Endpoint Security Site è configurato sul nome di dominio e il DNS non è correttamente configurato, il sistema remoto non sarà in grado di eseguire il ping del sistema di Endpoint Security Server.
    Per risolvere questo problema, l'amministratore deve configurare le impostazioni DNS corrette sul sistema remoto.

  • Si consiglia di configurare il Endpoint Security Site all'indirizzo IP piuttosto che configurarlo sul nome a dominio.

  • Controllare i log di installazione (Vai al client> Impostazioni client> Visualizza stato log> Visualizzazione dei registri di installazione) per individuare il motivo perché Seqrite non è installato sul sistema remoto.

  • Se è in esecuzione un firewall, verificare se l'URL o la porta attraverso la quale la versione è stata scaricata è bloccata.

  • Assicurarsi che ci sia spazio sufficiente sul sistema remoto per scaricare e installare Seqrite Endpoint Security.

  • Verificare che il servizio Server Agent sia avviato sul server Endpoint Security:
    1. Andare su Start> Esegui.
    2. Digitare services.msc.
    3. Fare clic su OK.
    4. In Servizi, verificare che lo stato del servizio Server Agent sia avviato.


  • Verificare che il servizio Client Agent sia avviato sul sistema remoto:
    1. Andare su Start> Esegui.
    2. Digitare services.msc.
    3. Fare clic su OK.
    4. In Servizi, verificare che lo stato del servizio agente client sia avviato.


  • Se la connessione Internet è stata configurata utilizzando il Proxy Server, potrebbe non essere in grado di risolvere il nome o l'indirizzo IP del server Endpoint Security. In questo caso, bypassare le impostazioni del proxy per l'Endpoint Security Site.

  • La maschera di sottorete del sistema remoto dovrebbe essere assegnata secondo la classe IP al sistema server Endpoint Security.

Perché Seqrite Endpoint Site mostra Security Client offline anche se l'Agente Client è installato con successo?


Le cause possibili sono elencati come segue:

  • Il Client Agent non è in grado di connettersi al Server Agent o viceversa.

Questo problema può essere risolto in uno dei seguenti modi:
  • Verificare se sia il server Endpoint Security e il sistema remoto sono in grado di comunicare tra di loro sulla porta configurata. Per controllare, procedere come segue:
    • Verificare se il servizio Server Agent viene avviato sul server Endpoint Security.
      1. Andare su Start> Esegui.
      2. Digitare services.msc.
      3. Fare clic su OK.
      4. In Servizi, verificare lo stato del Server Agent Service è 'avviato'.

    • Verificare se il servizio agente client è avviato sull'endpoint remoto.
      1. Andare su Start> Esegui.
      2. Digitare services.msc.
      3. Fare clic su OK.
      4. In Servizi, verificare lo stato del client agent service è 'avviato'.

    • Telnet < indirizzo IP del Endpoint Security Server > < Agent Server Port >
      SSupponiamo che l'indirizzo IP di Endpoint Security Server è 192.168.100.34 e 5047 è la porta su cui l'agent server è in ascolto. Quindi eseguire il seguente comando sul sistema remoto. Telnet 192.168.100.34 5047



  • Se non si riceve alcuna risposta dal Server Agent, verificare se il Server Agent è in grado di comunicare con il Client Agent.
    • Telnet < indirizzo IP del sistema remoto > < Client Agent Port >
      Supponiamo che l'indirizzo IP del sistema remoto è 192.168.100.66 e 62118 è la porta su cui l'agente client è in ascolto, quindi eseguire il seguente comando su Endpoint Security Server.
      Telnet 192.168.100.66 62118


  • Controllare se il servizio firewall è installato sul sistema. Se è così, allora il firewall in grado di bloccare la comunicazione tra Agent Server e Client Agent.

Endpoint Security Site non si apre se il proxy è configurato in Internet Explorer. Ma se togliamo le impostazioni proxy da Internet Explorer, il sito si apre. Quale potrebbe essere il motivo di tutto ciò?


Quando l'impostazione del proxy è stata configurata in Internet Explorer, questa prova risolvere il sito Endpoint Security attraverso il Proxy Server e se però questo non è in grado di risolverlo, il sito non si apre.

Questo problema può essere risolto in uno dei seguenti modi:

Controllare la configurazione del server proxy del sistema remoto. ProxyServer dovrebbe essere in grado di risolvere l'indirizzo IP o il nome di dominio sul quale è configurato l'Endpoint Security Site.

Seguire questa procedura per bypassare il Proxy Server durante l'apertura del sito Endpoint Security:

  1. Aprire Internet Explorer.
  2. Vai a Strumenti> Opzioni Internet> Scheda Connessione> Fare clic su Impostazioni LAN.
  3. Fare clic sul pulsante Avanti.
  4. Nella sezione Eccezioni, digitare l'indirizzo del sito web Endpoint Security insieme con il numero di porta.
  5. Fare clic su OK.

Perché Update Manager non è in grado di scaricare gli aggiornamenti, mentre i client di Endpoint Security sono in grado di scaricare gli aggiornamenti?


La ricezione regolare dei più recenti aggiornamenti garantisce la completa sicurezza dei dati del computer. Se l'Update Manager non è in grado di ricevere gli aggiornamenti, le cause possono essere:

  • Il firewall sta bloccando l'applicazione Update Manager
  • Il firewall sta bloccando l'URL di Seqrite
  • Il firewall sta bloccando le estensioni come .bin o .dat
  • Update Manager Connection è configurato tramite Proxy Server.
Questo problema può essere risolto così:
  1. Controllare le impostazioni del firewall e consentire Update Manager, il Seqrite URL e le estensioni come .bin o .dat se sono bloccate.
  2. Cancellare la cache del server proxy.

Internet Explorer non è in grado di aprire il sito Seqrite Endpoint Security. Quale potrebbe essere il motivo?


Le cause possibili sono:

  1. Il server web service non è in esecuzione.
  2. Endpoint Security Site o la sua porta è bloccato dal firewall.
  3. La richiesta sta attraversando Proxy Server, ma il server proxy non è in grado di risolverla.

Questo problema può essere risolto in uno dei seguenti modi:
  • Se il server Endpoint Security è configurato utilizzando il server IIS, verificare se il servizio Amministrazione di IIS sia in esecuzione. Controllate anche se il sito web Endpoint Security è in esecuzione in IIS.

  • Se il server Endpoint Security è configurato utilizzando Apache HTTP Server, verificare che il servizio Apache sia in esecuzione:
    1. Andare su Start> Esegui.
    2. Digitare services.msc.
    3. Fare clic su OK.
    4. In Servizi, verificare se lo stato del servizio Apache è 'avviato'.

  • Controllare se un dispositivo di rete TERMINATOR (UTM) sta bloccando la porta. In tal caso, aprire la porta del server Endpoint Security.

Mobile Device Management (MDM)

Domande generali

Come posso installare l'applicazione sul mio dispositivo mobile?


Per poter iniziare l'amministratore della tua rete deve inviare una domanda d'iscrizione sul tuo dispositivo. Se non avessi ricevuto la domanda d'iscrizione contatta il tuo amministratore. La domanda d'iscrizione contiene l'OTP (One Time Password), un codice identificativo della tua azienda e l'URL per scaricare l'applicazione sul tuo dispositivo. Dopodiché scarica e installa l'applicazione dall'indirizzo ricevuto. Avrai bisogno dei codici ricevuti per ultimare la registrazione ed usare l'applicazione.

Come posso registrare il dispositivo al servizio MDM?


  • Vai alla pagina utenti, seleziona un utente e clicca su "invia richiesta iscrizione".
  • Immetti i dettagli dell'utente, vai alla tabella dei dispositivi registrati e aggiungi un dispositivo per questo utente.
  • Vai alla pagina dei dispositivi, aggiungi un dispositivo, quindi selezionalo e clicca su "invia richiesta iscrizione" dal menù a tendina.

Cos'è la richiesta di registrazione e come funziona?


Attraverso la richiesta di registrazione il portale MDM invierà una email per la registrazione ed anche un SMS ai dispositivi che l'utente vuole iscrivere al servizio con il link per scaricare l'applicazione, l'OTP e il codice relativo alla tua azienda.
Gli utenti possono scaricare l'applicazione per il cliente e completare la registrazione attraverso la procedura guidata inserendo l'OTP e il codice azienda.

Un utente può essere registrato al portale MDM con diversi indirizzi email?


Sì, un utente può essere registrato anche con più indirizzi email al portale MDM.

Se un dispositivo è stato rimosso dal portale MDM può essere registrato poi nuovamente?


Sì, anche se un dispositivo è stato rimosso dal portale può essere di nuovo registrato. Per farlo, deve essere inviata una nuova richiesta di registrazione dalla pagina con la lista dei dispositivi oppure dalla pagina di panoramica di gestione dispositivi.

Cosa succede quando un dispositivo è stato approvato?


Una volta che il dispositivo è stato approvato viene stabilita una connessione tra il dispositivo e il server. Le impostazioni antifurto, di sicurezza sul web e di controllo sono immesse e applicate al dispositivo. Adesso l'amministratore può gestire il dispositivo dal portale MDM.

Cosa succede se il dispositivo non è connesso ad Internet prima di essere approvato o dopo essere stato approvato?


Se l'amministratore approva una richiesta di registrazione per un dispositivo che non è connesso ad Internet la domanda di approvazione resta in sospeso per un certo periodo di tempo. Se il dispositivo si connette ad Internet entro tale periodo viene approvato, altrimenti la richiesta scade e l'amministratore dovrà procedere con una nuova richiesta di approvazione per questo dispositivo.

Se un dispositivo resta senza connessione ad Internet dopo la sua approvazione, tutti i comandi che possono essere stati avviati dall'amministratore per quel dispositivo restano in sospeso e scadranno trascorse 24 ore. La connessione è necessaria al dispositivo per comunicare con l'amministratore.

Come posso disinstallare l'applicazione MDM per il client?


Ci sono due modi per disinstallare l'applicazione:

  • Se il dispositivo non è stato approvato l'applicazione può essere disinstallata dall'utente del dispositivo. Per disinstallarla andare nel menù dell'applicazione MDM e cliccare su Disinstalla.
  • Se il dispositivo è stato approvato, allora solo l'amministratore può inviare il comando per la disinstallazione al dispositivo. Per farlo dovrà selezionare il dispositivo dalla pagina dispositivi del portale, selezionare Disinstalla dal menù a tendina e inviare il comando al dispositivo.

Perché l'applicazione MDM non può essere disinstallata manualmente dalle impostazioni del dispositivo?


Per ragioni di sicurezza abbiamo ristretto la possibilità di disinstallazione dell'applicazione MDM da parte dell'utente dal dispositivo. Solo l'amministratore può inviare il comando di disinstallazione al dispositivo.

Cosa accade se eseguo un ripristino alle impostazioni di fabbrica del dispositivo?


In caso di ripristino totale l'applicazione MDM verrà rimossa dal dispositivo. Lo stato del dispositivo verrà mostrato come "disinstallato".

Come posso cancellare un dispositivo attraverso il portale MDM?


Se il dispositivo è stato approvato l'amministratore non può cancellarlo dal portale. L'amministratore dovrà invece inviare il comando per la disinstallazione al dispositivo per cancellarlo.
Se lo stato del dispositivo è "inattivo" allora è possibile per l'amministratore cancellarlo dal portale MDM.

Cosa succede se l'utilizzatore di un dispositivo lascia l'azienda? Come posso riassegnare il dispositivo ad un altro utente?


Nel caso in cui si abbia bisogno di riassegnare il dispositivo ad un altro utente, si dovrà cambiare il proprietario del dispositivo. Sì dovrà andare alla pagina impostazioni sul lato sinistro e cliccare su »Modifica e poi su »Cambia proprietario per riassegnare il dispositivo ad un nuovo utente o, eventualmente, a nessun utente. Dopodiché si dovranno salvare i cambiamenti.

Cosa è un "Gruppo"?


È un insieme di dispositivi che condividono le stesse impostazioni di sicurezza. L'amministratore non potrà applicare direttamente nessuna regola su nessuno di questi dispositivi, al contrario se applicherà la regola a un gruppo ogni dispositivo all'interno di questo se la vedrà applicata. Se l'amministratore vorrà applicare la stessa regola a più dispositivi insieme dovrà seguire questi passaggi:

  • Creare un gruppo ed aggiungere i dispositivi a quel gruppo.
  • Applicare la configurazione desiderata a quel gruppo.
  • Una volta applicate tali regole saranno trasmesse a ognuno dei dispositivi.

Come posso fornire all'amministratore un accesso utente per gestire il portale MDM?


Seguire i seguenti passaggi:

  • Andare su »Dettagli Utente »Modifica Utente
  • Andare su »Modifica »Privilegi
  • Cliccare sulla spunta "Consenti l'accesso come amministratore"
  • Selezionare il ruolo dell'utente dal menù a tendina e salvare.
  • L'utente riceverà poi una email per impostare la password. A questo punto potrà accedere al portale usando l'email come username e la password impostata.

In che cosa consistono i diversi ruoli dell'amministratore e i diversi privilegi?


Ci sono cinque ruoli possibili per l'amministratore:

  • Super Amministratore: è l'amministratore primario di Quick Heal MDM. Può esserci soltanto un super amministratore all'interno di una azienda ed egli possiederà tutti i privilegi.
  • Amministratore: Ha gli stessi privilegi del super amministratore, ma possono esserci più amministratori in azienda.
  • Utente avanzato: ha tutti i privilegi, eccetto quelli di creazione e cancellazione.
  • Utente standard: ha i soli privilegi di aggiornamento e assegnazione, ma non ha privilegi sui ruoli degli utenti.
  • Utente base: ha privilegi di sola lettura ed esportazione.

Un amministratore può tracciare gli accessi per vedere le attività compiute dagli altri amministratori o dal super amministratore?


Per tracciare le attività di un amministratore andare su »Admin »Log Attività. Questa pagina mostra le attività di ogni amministratore ed alcuni dettagli tra cui la data di accesso, il contesto, l'utente e le sue azioni. Tutto questo può essere visionato.

Quali sono le azioni tecniche che un amministratore può compiere su un dispositivo?


  • Far suonare il dispositivo.
  • Localizzare il dispositivo. Può ricevere l'ultima posizione del dispositivo. Perché ciò sia possibile è tuttavia necessario che il segnale GPS\ sistema di localizzazione del dispositivo sia acceso (ciò può comportare dispendio della batteria del dispositivo).
  • Accensione Tracciabilità. Questa opzione permetterà di seguire la posizione del dispositivo. Si riceverà la posizione ogni trenta minuti qualora questa cambi.
  • Spegnimento Tracciabilità. Questa opzione permetterà di disattivare la continua tracciabilità del dispositivo di cui sopra.
  • Scansione. Questo comando servirà ad effettuare una scansione del dispositivo. Il rapporto sulla scansione sarà visionabile dal lato server.
  • Sincronizzazione. Questo comando sincronizza il dispositivo con il server. I rapporti di scansione e gli avvisi di non conformità saranno inviati al server all'avvio della sincronizzazione.
  • Blocco. Questo comando bloccherà completamente il dispositivo.
  • Sblocco. Questo comando sbloccherà un dispositivo precedentemente bloccato.
  • Cancellazione. Questo comando cancellerà i dati dal dispositivo. Compresi i dati della scheda SD, i contatti, i messaggi di testo, le note sul calendario e gli account sincronizzati.
  • Approvazione. Questo comando approverà la richiesta di registrazione del dispositivo. Quando lo stato del dispositivo è indicato come in sospeso può essere approvato tramite questa funzione.
  • Non-approvazione. Questo comando sarà usato per non approvare la richiesta di registrazione di un dispositivo. Quando lo stato del dispositivo è indicato come in sospeso può essere disapprovato tramite questa funzione.
  • Disinstallazione. Questo comando disinstallerà l'applicazione dal dispositivo dell'utente.
  • Implementazione di una regola. Questo comando servirà ad attivare una regola sul dispositivo (una regola che è già mappata dal dispositivo). Se una regola ha già fallito la ricezione da parte del dispositivo in passato, questa potrà essere reintrodotta nel dispositivo.
  • Implementazione dell'antifurto. Questo comando permetterà di attivare la configurazione dell'antifurto nel dispositivo. Se una configurazione ha già fallito la ricezione da parte del dispositivo in passato, questa potrà essere reintrodotta nel dispositivo.
  • Implementazione della sicurezza sul web. Questo comando permetterà di attivare la configurazione per la sicurezza sul web nel dispositivo. Se una configurazione ha già fallito la ricezione da parte del dispositivo in passato, questa potrà essere reintrodotta nel dispositivo.
  • Implementazione del Wi-Fi. Questo comando permetterà di configurare il Wi-Fi nel dispositivo. Se una configurazione ha già fallito la ricezione da parte del dispositivo in passato, questa potrà essere ritentata.

Il mio dispositivo è bloccato, come posso sbloccarlo?


Per sbloccare il dispositivo avrai bisogno di contattare il tuo amministratore. Se sei un amministratore ed hai bisogno di sbloccare un dispositivo segui i passaggi seguenti:

  • Vai alla pagina con la lista dei dispositivi, oppure alla pagina di dettaglio dei dispositivi.
  • Trova il dispositivo che ti interessa sbloccare e clicca sul simbolo di modifica alla destra.
  • Nel tasto visualizzato clicca su Seleziona un'Azione.
  • Infine clicca su sblocca.

Se l'amministratore invia un comando di cancellazione al mio dispositivo cosa accade ai miei dati?


Se l'amministratore invia un comando di cancellazione al dispositivo tutti i dati verranno cancellati. Compresi i dati della scheda SD, i contatti, i messaggi di testo, le note sul calendario e gli account sincronizzati.

Quali tipi di dispositivo sono supportati dalla applicazione MDM di Quick Heal?


Sono supportati tablet e smartphone basati su Android 2.3 e successivi.

Come posso inserire un ampio numero di utenti o di dispositivi nel portale MDM di Quick Heal?


Per inserirli seguire i passaggi seguenti:

  • Andare alla pagina dispositivi\ utenti nel pannello del menu alla sinistra.
  • Cliccare su Importa.
  • Selezionare il file che si desidera importare dal proprio computer e cliccare su Importa.
  • Il file dovrà essere in formato CSV. Questo stesso formato potrà essere scaricato dalle stesse impostazioni di importazione.

Come posso vedere la cronologia della localizzazione di un dispositivo?


Seguire i seguenti passaggi:

  • Andare alla pagina dispositivi e cliccare sul pulsante di modifica accanto al dispositivo del quale si desidera visionare la cronologia di localizzazione.
  • Cliccare sul pulsante di localizzazione.
  • Adesso si potrà selezionare la data e l'ora scelta e la localizzazione del dispositivo a tale periodo di tempo sarà visualizzato sulla mappa.

Perché non sono in grado di visualizzare la localizzazione del dispositivo? Viene visualizzata la scritta "Nome posizione non disponibile".


Se si visualizza questo messaggio è possibile che ci siano state delle complicazioni nella localizzazione del dispositivo. I dettagli saranno visualizzabili al prossimo accesso.

Che significato hanno i codici segreti visualizzati nella pagina di dettaglio dei dispositivi?


I codici segreti sono usati dall'amministratore per sbloccare un dispositivo quando non è disponibile una connessione Internet per il dispositivo.

Come posso assicurarmi che comandi \ regole \ configurazioni siano stati immessi in un dispositivo? Cosa significano i vari stati dei comandi?


Quando un amministratore invia un comando ad un dispositivo i risultati sono salvati nella pagina di dettaglio dei dispositivi. Se lo stato visualizzato indica "Riuscito" i comandi sono stati correttamente recepiti dal dispositivo. Gli altri possibili stati sono i seguenti:

  • In sospeso. Significa che il comando non è stato ancora recepito dal dispositivo.
  • Notificato. Significa che il comando non è stato ancora recepito dal dispositivo, perché ancora non è stato ancora riconosciuto dal server.
  • In progresso. Questo stato può verificarsi durante una localizzazione continua del dispositivo, un processo di cancellazione o di scansione.
  • Cancellato. Significa che non è stato possibile comunicare il comando al server GCM.
  • Scaduto. Significa che il comando non è stato recepito dal dispositivo entro la scadenza di tempo prevista.

Quali sono i diversi tipi di regole e a cosa servono?


Ci sono due tipi di regole come segue:

  • Regole tecniche. Consistono in impostazioni che applicano restrizioni ad alcuni servizi del dispositivo mobile, ad esempio alle funzionalità della fotocamera, alle impostazioni del Bluetooth o della rete Wi-Fi.
  • Regole di password. Consistono in impostazioni volte ad applicare restrizioni sulla password del dispositivo. Ad esempio la lunghezza della password, il tipo di password, il blocco automatico o altro.

Quali sono i diversi tipi di configurazioni e a che cosa servono?


Si possono utilizzare tre tipi di configurazioni:

  • Configurazione Antifurto. Per bloccare il dispositivo in casi di emergenza come smarrimento o furto. Per mettere al sicuro gli utenti.
  • Configurazioni per la sicurezza del web. Per proteggere il dispositivo da attacchi e siti di phishing, per conrollare l'accesso alla rete bloccando alcune categorie di siti ai quali l'amministratore non vuole che l'utente acceda.
  • Configurazioni della Wi-Fi. Per garantire all'utente l'accesso a reti Wi-Fi e per immettere le impostazioni sulla Wi-Fi di modo che l'utente abbia accesso alla rete.

Come posso modificare o aggiornare le regole o le configurazioni di un dispositivo?


Nella pagina di configurazione il tasto Modifica è presente prima di ogni impostazione. L'amministratore può aggiornare le impostazioni da qui. Una volta aggiornate, le impostazioni mostreranno automaticamente un valore di versione a partire da 1.

Cosa sono gli URL Whitelisted e Blacklisted?


Gli URL Blacklisted sono gli URL ai quali l'amministratore ha bloccato l'accesso agli utenti. Gli URL Whitelisted sono quegli URL ai quali l'amministratore non ha voluto bloccare direttamente l'accesso.

Posso applicare configurazioni o regole multiple a un singolo dispositivo?


Si possono applicare configurazioni o regole multiple per la Wi-Fi ad un dispositivo, ma non configurazioni e regole multiple per l'antifurto o la protezione sul web.

Come posso immettere o re-immettere una regola in un dispositivo?


Seguire i seguenti passaggi:

  • Andare nella pagina dei dispositivi e individuare il dispositivo nel quale si desidera immettere l'impostazione.
  • Cliccare sul pulsante Modifica sulla destra.
  • Nel menù a tendina "Seleziona un'azione" selezionare "Immetti una regola".

Come posso impostare l'antifurto su un dispositivo?


Seguire i seguenti passaggi:

  • Andare nella pagina dispositivi e individuare il dispositivo sul quale si vuole impostare l'antifurto.
  • Cliccare sulle azioni di modifica sulla destra.
  • Alla pagina dei dettagli del dispositivo cliccare sul tasto modifica.
  • Cliccare poi su Configurazioni.
  • Adesso si potranno selezionare o aggiornare le impostazioni per l'antifurto come desiderato.

Come posso impostare la sicurezza web su un dispositivo?


Seguire i seguenti passaggi:

  • Andare nella pagina dispositivi e individuare il dispositivo sul quale si vuole impostare la sicurezza web.
  • Cliccare sulle azioni di modifica sulla destra.
  • Alla pagina Dettagli del dispositivo cliccare sul tasto modifica.
  • Cliccare poi su Configurazioni.
  • Adesso si potranno selezionare o aggiornare le impostazioni per la sicurezza sul web come desiderato.

Come posso impostare la Wi-Fi su un dispositivo?


Seguire i seguenti passaggi:

  • Andare nella pagina dispositivi e individuare il dispositivo sul quale si vuole impostare la Wi-Fi.
  • Cliccare sulle azioni di modifica sulla destra.
  • Alla pagina Dettagli del dispositivo cliccare sul tasto modifica.
  • Cliccare poi su Configurazioni.
  • Adesso si potrà selezionare o aggiornare la configurazione del Wi-Fi come desiderato.

Cosa significa quando il dispositivo è in stato di "non conformità"?


Se un utente non ha applicato una configurazione o una regola inviata al suo dispositivo dall'amministratore allora il suo dispositivo mostrerà lo stato di "non conformità". Questo stato indica che l'utente ha violato o non ha rispettato le indicazioni all'amministratore.

Cos'è una notifica? Quali tipi di notifica ci sono?


Quando l'applicazione MDM del client comunica con l'amministratore del portale, invia rapporti di non conformità, richieste di registrazione e rapporti delle scansioni al server. Questi rapporti sono visualizzati come notifiche dal server. Ci sono quattro tipi di notifiche:

  • Registrazioni. Quando un dispositivo viene registrato con l'OTP e il codice dell'azienda, il portale MDM mostra una notifica circa l'approvazione o la non-approvazione della registrazione.
  • Infezioni. Quando l'amministratore avvia una scansione dal portale MDM viene mostrato sulla finestra delle notifiche un rapporto. Se il dispositivo è infettato il rapporto è mostrato anche nel sincronizzatore proattivo.
  • Non conforme. Quando il dispositivo va in non-conformità, compare una notifica dopo il comando di sincronizzazione inviata dall'amministratore oppure quando il dispositivo avvia una sincronizzazione proattiva.

Che cosa è il servizio Google Cloud Messagging (GCM)?


Il GCM è un servizio per Android che consente il trasfermento di dati dal server aziendale per i dispositivi mobili Android utilizzati dai dipendenti. I dispositivi che sono sulla stessa connessione necessitano di avere installato il GCM affinchè possando inviare e ricevere messaggi.

Qual è lo scopo di configurare il GCM in MDM? Cosa succede se cambio il GCM dopo qualche tempo?


La configurazione del GCM permette al portale Quick Heal MDM a comunicare con il dispositivo mobile stabilendo un ponte attraverso il quale le richieste sono consegnate al dispositivo. Nel caso in cui vi sia un cambiamento nel GCM, il portale MDM perderà la comunicazione con i dispositivi esistenti, perciò si consiglia vivamente che il GCM rimanga invariato.

Quanti utenti / dispositivi è possibile gestire attraverso il portale amministratore del MDM?


Per la versione di prova, l'amministratore può gestire solo il numero di dispositivi autorizzato da Quick Heal MDM. È possibile acquistare una licenza per il numero di dispositivi che si desidera. La licenza di abbonamento si basa sul numero di dispositivi.

Cosa accadrà ai miei dispositivi registrati una volta che il mio periodo di prova scade?


Una volta che il periodo di prova è scaduto, l'amministratore non sarà più in grado di gestire alcun dispositivo. Tutte le opzioni e le funzionalità saranno disabilitate. Tuttavia, l'amministratore avrà la possibilità di disinstallare l'app client MDM dai dispositivi.

Come faccio ad avere un supporto tecnico?


Nel riquadro finestra sul lato sinistro del portale, vi è una sezione Aiuto in cui sono disponibili le seguenti opzioni:

  • supporto tecnico recapiti
  • live chat
  • pagina invio biglietti
  • domande frequenti
  • guida utente

Come posso utilizzare la funzione di registrazione con QR Code?


La funzione di registrazione con QR Code è progettata per rendere il processo di registrazione del dispositivo più facile. Consente agli amministratori o agli utenti di iscrivere dispositivi mobili semplicemente attraverso la scansione di un codice QR.

Come posso registrare più dispositivi in MDM tramite QR Code?


E' possibile utilizzare la funzione di registrazione con codice a barre per registrare più dispositivi nei confronti di uno o più utenti. L'amministratore deve selezionare l'opzione 'Invia richiesta di registrazione utilizzando il QR Code' a più utenti/dispositivi.

Quali dispositivi possono essere iscritti con un QR Code?


Attualmente, l'iscrizione tramite QR Code è disponibile solo per i dispositivi Android.

Come si iscrive un client a MDM tramite un QR Code?


Installare la app Seqrite da Google Play e seguendo la procedura di installazione guidata cliccare sulla Registrazione per visualizzare l'opzione 'Scansione QR Code'. Cliccare su 'Scansione QR Code' e quindi eseguire fisicamente la scansione del codice QR per completare il processo di registrazione.




Chi siamo

Risorse

Supporto

Area informativa

 





Distributore ufficiale per l'Italia
S-MART è un marchio di proprietà netWork Sas
P.IVA: 05345670482




© 2015     |     Privacy Policy     |     Cookie Policy     |     Login