NEWS

Attacchi di brute-force: nulla di nuovo, ma ancora efficaci!


LUNEDÌ 11 FEBBRAIO 2019 - 16:20


Gli attacchi di brute-force sono la tipologia di attacco forse più vecchia per tentare di ottenere l'accesso non autorizzato ad un account: di fatto esistono da sempre. Nonostante la loro "veneranda età" sono però ancora molto utilizzati perchè la loro efficacia non è mutata nel tempo, anzi. 

Cosa è un attacco di brute-force?
Il nome è piuttosto indicativo: è un tipo di attacco nel quale un hacker tenta con la "forza bruta" di indovinare un nome utente o una password per accedere ad un certo account. L'attaccante tenta svariate combinazioni ripetutamente, cercando di indovinare quelle giuste. 

Ovviamente, non è tutto così semplice: la maggior parte delle password sono costruite (o almeno così dovrebbe essere) per essere solide, quindi prevedono combinazioni di lettere dell'alfabeto, numeri e caratteri speciali, tutti accorgimenti pensati pensati proprio per complicare un attacco di brute-force. Combinazioni di lettere, numeri e caratteri speciali hanno lo scopo appunto di aggiungere complessità alla password, aumentando a dismisura il numero di combinazioni potenziali di password: una complicazione non di poco conto per gli attaccanti. 

Dall'altro lato, gli hacker non sono rimasti a guardare: dal punto di vista tecnico ormai possono dedicare enormi quantità di potenza di calcolo ai tantissimi tentativi necessari. Possono eseguire enormi quantità di attacchi su un singolo sistema suddividendoli in lotti. Talvolta invece possono affidarsi semplicemente alla fallibilità umana (password troppo deboli o intuitive).... questi sono solo alcuni dei motivi per i quali questi tipi di attacco fanno ancora parecchi danni e continuano ad essere un grave rischio. 

Attacchi a dizionario
Come dice il nome stesso,  questo tipo di attacco è indicato per quelle password che possono essere facilmente trovate nel dizionario: sono parole di senso compiuto, estremamente facili. E' un tipo di attacco ad alta percentuale di successo perchè, purtroppo, sono ancora moltissime le persone che usano parole di senso compiuto come password. In questo caso un dizionario è tutto ciò di cui ha bisogno l'attaccante. 

Phishing
Gli attaccanti più furbi e "scafati" sanno che esiste un modo più semplice per individuare anche le password più complesse, quelle cioè difficilmente individuabili con attacchi di brute force. Il phishing è  un tipo di attacco perfetto, in questo caso, dato che porta gli utenti a fornire volontariamente (ovviamente con l'inganno) le proprie password. 

Malware e Keylogger
Infine, vi sono specifici malware pensati per rubare le password. I keylogger, ad esempio, sono malware progettati per registrare ogni battitura sulla tastiera di un computer.  Solitamente sono installati su un sistema o con l'inganno o senza che l'utente ne sia consapevole: può bastare la visita ad un sito web infetto, l'inserimento di una chiavetta USB infetta o il download di un file corrotto. Da quel momento, ogni carattere digitato sulla tastiera viene registrato e inviato direttamente all'attaccante. 

Tutte queste tecniche rendono chiaro il perchè gli attacchi di brute-force siano ancora così efficaci: è quindi molto importante che le aziende utilizzino soluzioni di sicurezza con adeguati livelli di protezione contro questi attacchi. 

Seqrite Endpoint Security (EPS) offre una adeguata protezione contro questo tipo di attacchi e fornisce protezione specifica contro gli attacchi di phishing e la navigazione in siti web compromessi. 

Come partner per la sicurezza IT per la tua azienda, Seqrite offre
 per gli endpoint soluzioni di sicurezza globali contro i cyber rischi più avanzati. 




Le ultime news

Chi siamo

Risorse

Supporto

Area informativa

 





Distributore ufficiale per l'Italia
S-MART è un marchio di proprietà netWork Sas
P.IVA: 05345670482




© 2017     |     Privacy Policy     |     Cookie Policy     |     Login